martedì, ottobre 12, 2004

The Village

Qualcuno, per piacere, qualcuno mi dica cheThe Village, l'ultimo film di M. Night Shyamalan (Il Sesto Sesto, Unbreakable, Signs) non è semplicemente una storiella a sfondo ecologico - ambientalista - naturista. Per pietà, possiamo avere un thriller / horror che racconti nuovamente del Male, interiore ed esteriore, e che non sia l'Esorcista o qualche suo rimaneggiamento?

4 Comments:

At 8:36 PM, Blogger giacmc said...

The Village mi sembra essere due film. La prima parte (con Joaquin Phoenix vivo) è una bellissima fiaba del Paradiso Terrestre, un Paradiso sostenuto dalla gran menzogna (e anche dalla technologia nascosta). La seconda parte è un thriller senza i thrills.

 
At 8:59 PM, Blogger Mr.White said...

Finalmente qualcuno che l'ha visto!!! Adesso mi hai incuriosito... anche se noto inquietanti parallelismi con lo strano Signs.

 
At 10:34 PM, Anonymous Anonimo said...

Perchè ne parli così? è semplicemente uno dei tanti horror che escono in questo periodo, e ormai di idee nuove non ce ne sono molte.

http://onehour.blogspot.com

 
At 10:06 AM, Blogger Mr.White said...

E' proprio perchè di idee nuove non ce ne sono molte che ne parlo così. Sostanzialmente, l'horror moderno ha spostato l'attenzione dal male esteriore e alieno (tipico dei film anni 70/80) ad un male interiore e personale. In sè, l'idea è efficace, ma il grosso problema è l'impellente necessità di spiegare ogni aspetto del male per operare una specie di catarsi. Questo si traduce in film che non lasciano alcuna inquietudine, nessuno spazio all'interpratazione personale dello spettatore. Negli ultimi tempi, ben pochi film (mi sovvengono The Ring, Session 9 e pochi altri) sono andati contro questo trend. E dalle recensioni lette mi parare che The village non faccia eccezione.

 

Posta un commento

<< Home