sabato, ottobre 16, 2004

There will be a light - Ben Harper

E così ho finalmente acquistato "There will be a light", l'ultimo album di Ben Harper. Harper collabora in questa sua fatica con i Blind Boys of Alabama , artisti gospel tra i più famosi in tutti gli Stati Uniti. La scelta della collaborazione è tutt'altro che formale, in quanto non sono solamente le sonorità a spostarsi in direzione dello spiritual / gospel, ma anche i testi e - in genere - tutta l'atmosfera dell'album. Il CD risulta quindi meno vario del precedente "Diamonds on the inside", che contava più influenze reggae e blues; di converso, ovviamente, l'opera è più completa e coerente, e lascia l'idea che Harper abbia deciso una rotta ben precisa per la propria carriera artistica. Rotta che non necessariamente - e lo dico come complimento - è quella più facile per incontrare il facile successo commerciale (ben poche canzoni potrebbero sfondare su Mtv, per capirci).
Musicalmente, vorrei segnalare l'ottima voce di Clarence Fountain, ottimo contraltare alla versatile tonalità di Harper; strumentalmente, come in tutte le opere di questo artista, veramente niente da eccepire. Molto bello il nuovo arrangiamento di "Picture of Jesus", pezzo che nel precedente album era stato eseguito con stile africano dai Ladysmith Black Mambazo.
Insomma, una musica calda e viva, per le orecchie e per lo spirito.

4 Comments:

At 9:51 PM, Anonymous Anonimo said...

Non so perchè, ma i Blind Boys of Alabama, visti nel sito, sembrano dei personaggi di un film dei Cohen!! :D

 
At 12:16 AM, Blogger Mr.White said...

E' vero!!! In "Fratello, dove sei?" il vecchietto che registrava la canzone alla radio dei Soggy Bottom Boys era cieco... e mi pare assomigliasse pure ad uno del coro!

:D

 
At 3:23 PM, Anonymous Anonimo said...

"ben poche canzoni potrebbero sfondare su Mtv", dici?

Corro a comprarlo.
Eli

 
At 4:15 PM, Blogger Mr.White said...

Eli, da sito di Harper puoi ascoltarti una preview di qualche pezzo...

 

Posta un commento

<< Home