sabato, settembre 18, 2004

Buon appetito, e grazie di tutto

Vorrei ufficialmente ringraziare Alberto Angela e il suo programma "Passaggio a Nord Ovest". Grazie per avermi fatto vedere poco prima di cena uno splendido documentario sulla tarantola amazzonica, il più grande ragno della terra: guardacaso il suo diametro è giusto quello di un piatto da portata. Ma sarà una coincidenza? Ci dicono che gli indigeni la considerano una prelibatezza: quelli che riescono a sopravvivere alla cattura del simpatico aracnide, infatti, paragonano il suo sapore a quello dei nostri gamberi.

Peccato che tra gli Indios non sia ancora diffusa la salsa rosa, altrimenti sai che cocktail.



Ma dicevo: la scena per cui voglio ringraziare è quella in cui la tarantola tende un'imboscata al serpente testa di lancia (che, vista la stupidità, dovrebbe chiamarsi testa di... ehm, qualcosaltro); serpente che, ci segnalano, è tra i più velenosi di tutta la terra. Non c'è che dire, in Amazzonia hanno il meglio di tutto.

La tarantola si erge sulle grosse zampe inferiori, in atteggiamento minaccioso, mostrando nell'ordine: gli aculei taglienti al termine di ogni arto; la schifosissima peluria acuminata, che sparsa nell'aria è persino urticante; i due terribili incisivi collegati direttamente alle ghiandole velenifere. Vedendola così, non stupisce che gli esperti marketing della Trudy abbiano escluso di farne un peluche.

Una volta iniettato il veleno nell'incauto serpente, la tarantola aspetta. Cosa? Aspetta che, tra orrendi spasmi, il rettile muoia mentre il suo sistema nervoso centrale va letteralmente in putrefazione. Dopodichè, per 17 ore, se lo mastica pezzo per pezzo con le sue mandibole, facilitata dal fatto che il suo veleno acido ammorbidisce le carni con cui viene a contatto. La nostra buongustaia evita solo la pelle del serpente (si sà, che poi ti fa un alito da fogne di Calcutta, no?) che comunque le rimane attaccata ai denti mentre se ne zompetta via per l'Amazzonia.

Che dire, se non: BLEEEEEH! Credo che per oggi un pasto mi basterà.

P.S. Se Margaret Mazzantini avesse visto questa scena probabilmente avrebbe scritto il seguito dei Malavoglia. Ma senza dubbio più tragico del prequel.

5 Comments:

At 12:11 PM, Anonymous Anonimo said...

Roba per stomaci forti! :)

M

 
At 9:45 PM, Anonymous Anonimo said...

L'ho visto anch'io, ma la parte migliore mi è sembrata la cattura del ragno da parte degli indios (straordinaria la tecnica di "imballo" dell'aracnide), e la successiva cottura e degustazione.

Adesso che sono inchiodato per almeno 40 gg. mi sa che di queste cosette mi farò una cultura :D

Wsim

 
At 1:58 PM, Blogger Mr.White said...

Uh, 40 giorni?

Spero niente di grave, 'Sim.

 
At 10:35 AM, Anonymous Anonimo said...

Niente di grave è relativo: ti mando una mail ;)
Ciao

 
At 9:12 PM, Blogger Download said...

giochi da scaricare gratis Tutto da scaricare, in questa sezione vogliamo proporvi giochi da scaricare gratis se ti può interessare giochi da scaricare gratis o cerca quello che vuoi oltre giochi da scaricare gratis

 

Posta un commento

<< Home